Storie di Carta – La Cartiera di Fossano

Presentazione del libro
Storie di Carta – La Cartiera di Fossano
I quaderni di Sauchon


Anteprima della presentazione
venerdì 15 dicembre ore 16.00
presso il salone d’Onore della Cassa di Risparmio di Fossano


La storica Cartiera Sauchon di Fossano ha certamente il merito di avere realizzato e reso molto popolari i “quaderni con la copertina illustrata” ma è anche la storia di un territorio, il fossanese, una storia di sacrifici e di intuizioni, di imprenditoria e di coraggio.

Presentazione, Premessa o  Introduzione

“Parte di quello che viene qui raccontato della storia della Cartiera di Fossano è per così dire di riporto, non nuovo, già abbastanza noto se non proprio a tutti, quantomeno ai più informati ed agli appassionati conoscitori della storia della nostra città. In fondo niente di più di una collazione di studi e spunti altrui, talvolta tratti da opere di discreta notorietà e diffusione, da ricerche a livello poco più che amatoriale o da vaste ricognizioni condotte da accademici di chiara fama o storici di vaglia. Degno di nota lo sforzo onesto di lasciare per strada il minor numero possibile di fonti, sia quelle più usate che quelle meno citate, ma molto saccheggiate. D’altra parte, a meno che si scoprano cronache coeve di cui nulla si sapeva, è difficile immaginare ricostruzioni “nuove” od originali di avvenimenti dei secoli dal XV al XVIII, basandosi su fonti arcinote ed arci-studiate: quello che c’era da dire è stato già detto, per non ripeterlo pari pari si poteva solo riassumerlo ed appunto così è stato riproposto, esaurientemente. I capitoli che seguono il primo riportano invece dati e notizie mai riportati, mai riferiti, sia perché assolutamente non conosciuti, sia perché ancora mai studiati, sebbene da tempo disponibili in archivi sia pubblici che privati. Questa “storia di carta” nelle intenzioni dell’autore non doveva essere la storia della Cartiera, ma la storia di alcune sue particolarissime carte di raffinata bellezza: i quaderni dalle splendide e rare copertine illustrate. Quella che doveva essere nulla più di una pur ampia prefazione storica di un ricco catalogo di copertine, prodotte nell’arco di poco meno di mezzo secolo dalla fabbrica più antica della città, si è però trasformata in qualcosa d’altro, proprio per la ricchezza delle informazioni di prima mano fornite e le ricostruzioni proposte, ed è fuor di dubbio che si candidi ad essere una fonte imprescindibile per ogni futuro studio o approfondimento sul tema. Le immagini dei quaderni, poi, così splendidi anche nella loro raffinata semplicità, parlano da sole e aiutano a capire il perché di tanta passione profusa dall’autore che, da quarant’anni, si dedica alla loro ricerca e della foga con cui combatte una strenua lotta contro i “mangia-memoria”, termine con cui Cornaglia definisce non solo quelli a cui non interessa conoscere la storia di quei piccoli capolavori, ma anche quelli che li collezionano, e non sono poi così pochi, senza aver mai voluto condividere con gli altri fossanesi il piccolo tesoro o non si indignano quando vedono prodotti del genio locale esposti in raccolte e musei, senza che sia indicato da chi sono stati prodotti né, soprattutto, da dove provengano.  Le ragioni di questa ricerca sono lì, in questa voglia di poter dire “è della Cartiera”, “è di Fossano” e finalmente leggerlo nei libri di storia, nei cataloghi , nei saggi, ed anche nei social books – di cui è così ricco il web – che dei “nostri” quaderni spesso riportano le immagini senza dare informazioni di sorta, mentre si affrettano a citare altri marchi e loghi quasi per timore che così non facendo si pecchi d’ incompletezza o di scarsa serietà scientifica. L’averne reso possibile la pubblicazione non è che l’ennesima dimostrazione d’una specialissima sensibilità della CRF e della Fondazione CRF per ciò che del meglio della fossanesità è giusto farsi forza e vanto. A nome del Circolo culturale Il Ragno, promotore dell’iniziativa, e mio personale, esprimo gratitudine per il sostegno ricevuto, e ringrazio l’autore per aver accolto l’invito a scrivere questo libro, sobbarcandosi il gravoso onere della ricerca storica, peraltro condotta con abnegazione e rigore scientifico. Con la consapevolezza che l’impegno profuso da tutti abbia servito una giusta causa”

Anna Mantini

Presidente del Circolo Culturale – Centro Studi “Il Ragno”- Fossano

 

error: Content is protected !!